30 anni fa la consacrazione della Basilica di Yamoussoukro in Costa D’Avorio

30 anni fa la consacrazione della Basilica di Yamoussoukro in Costa D'Avorio

A Yamoussoukro si celebra il trentesimo anniversario dalla fondazione della Basilica-Santuario dedicata a Maria, Nostra Signora della pace. Fu consacrata da Papa Giovanni Paolo II il 10 settembre 1990

Proprio in questi giorni, trent’anni fa, Giovanni Paolo II inaugurava a Yamoussoukro, a conclusione di una lunga visita pastorale in Africa, la Basilica dedicata a Maria Nostra Signora della Pace. “Questo santuario è dedicato a Maria. Maria di Nazaret, Maria che accoglie nella fede l’annuncio della salvezza, Maria, l’arco della nuova Alleanza di Dio con gli uomini! Con questa Basilica, rendiamo omaggio a Nostra Signora della Pace, la Madre del Redentore, del Cristo che ci ha fatto dono della sua pace alla vigilia del suo salvifico sacrificio”. Queste le parole pronunciate dal Pontefice.

Un invito a pregare per la pace nel mondo
A trent’anni da quella data, il luogo di culto ha visto una celebrazione solenne, presieduta dall’Amministratore apostolico della città, monsignor Alexis Touably Youlo. Il Giubileo vero e proprio, invece, è stato posticipato al 2021 a causa della pandemia da coronavirus. “Questa Basilica – ha detto il presule – è un invito a pregare per la pace nel Paese, in Africa e nel mondo”. “Non possiamo avere questo edificio, simbolo di riconciliazione, nel cuore della nostra nazione – ha aggiunto – e poi lacerarci a vicenda in inutili conflitti”, perché “con questa Basilica, la sfida della pace viene lanciata a tutti gli ivoriani”. Dal suo canto, il rettore del luogo di culto, padre Franck Allatin, ha annunciato che l’edificio verrà gradualmente ristrutturato, in primo luogo per garantirne l’impermeabilizzazione.

Un punto di riferimento per tutti i fedeli
Con una larghezza di 150 metri e una capacità di accoglienza 18 mila fedeli, con 7 mila posti a sedere, la Basilica di Yamoussoukro è tra i più grandi edifici religiosi cattolici del mondo. Realizzata sullo stile della Basilica di San Pietro, con un colonnato esterno e una grande cupola, la sua costruzione è costata 40 miliardi di franchi in valuta locale, messi a disposizione dal padre fondatore della Costa d’Avorio, il defunto Félix Houphouët Boigny, nel 1960 primo presidente del Paese. Oggi, la Basilica è gestita dai Padri della Società dell’Apostolato cattolico, i cosiddetti “Padri Pallottini”, dal nome del loro fondatore, San Vincenzo Pallotti.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *