A 40 anni dalla nascita di Solidarność, una mostra rende omaggio al beato Popiełuszko

A 40 anni dalla nascita di Solidarność, una mostra rende omaggio al beato Popiełuszko

Il 17 settembre 1980, nasce in Polonia ‘Solidarność’, il primo Sindacato Autonomo di Lavoratori che contribuisce con il suo impegno alla caduta del sistema comunista nel Paese. L’Università Pontificia Salesiana di Roma ospita – dal 9 al 31 gennaio 2020 – un’importante iniziativa commemorativa: la mostra “Decalogo di Padre Jerzy Popiełuszko”

Celebrare un uomo la cui testimonianza è di incoraggiamento ancora oggi per quanti vengono perseguitati a causa di motivi religiosi e politici o si impegnano nella difesa dei diritti fondamentali dell’uomo. In 10 parole, la mostra dedicata al beato Jerzy Popiełuszko, ripercorre la missione di questo coraggioso sacerdote amante della libertà e della verità, cappellano di Solidarność, sempre vicino ai malati, ai poveri e ai perseguitati.

L’amore alla libertà secondo il Vangelo
Una sequela del Vangelo, quella del presbitero polacco ordinato dal cardinale Wyszynsky nel 1972, illuminata dalle parole di San Paolo ai Romani: “Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male”. La difesa della libertà religiosa e di opinione, la tutela dei diritti umani e della giustizia ricorrevano sempre nelle omelie che padre Jerzy pronunciava, nonostante la censura comunista, durante le “Messe per la Patria” a Varsavia, criticando apertamente il regime.

Il testamento spirituale di padre Jerzy
Memorabile l’invito a chiedere al Signore il dono della libertà “dalla paura, dal terrore, ma soprattutto dal desiderio di vendetta”. Popiełuszko lo rivolsse al popolo polacco, durante la sua ultima celebrazione, il 19 ottobre 1984. Quelle parole rappresentano il suo testamento spirituale. Poche ore dopo infatti venne rapito e torturato da tre funzionari del Ministero dell’Interno e assassinato. Il 30 ottobre il corpo fu ritrovato nelle acque del fiume Vistola. La notizia sconvolse l’opinione pubblica e l’intera Polonia, tanto che alle esequie partecipò mezzo milione di persone.

Jerzy, martire dei nostri tempi
Tra gli oltre 18 milioni di pellegrini che da allora si sono recati a Varsavia per rendere omaggio a questo martire dei nostri giorni, va ricordato san Giovanni Paolo II che nel 1987 ha visitato la sua tomba, accanto alla chiesa di San Stanislao Kostka, presso cui svolse servizio padre Jerzy. Popiełuszko è stato beatificato da Benedetto XVI il 6 giugno 2010. La retrospettiva presso l’Università Pontificia Salesiana è stata inaugurata lo scorso 15 gennaio alla presenza dell’Ambasciatore della Polonia presso la Santa Sede Janusz Kotański.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *