“Buongiorno professore”: l’ora di religione, incontro con la vita dei ragazzi

"Buongiorno professore": l'ora di religione, incontro con la vita dei ragazzi
L’intervista con Andrea Monda, professore di religione di Roma, che ha scritto un libro sulla sua esperienza di insegnante

L’ora di religione, un momento di confronto sulla concretezza della vita, che può essere molto importante nella vita degli studenti. Questa è l’esperienza di Andrea Monda, professore di religione, che ha ideato la trasmissione in onda da tre anni su Tv2000, “Buongiorno professore”, ed è autore dell’omonimo libro da poco uscito per Elledici.

Incuriosire i giovani sull’umano
Andrea Monda, nella nostra intervista, spiega come il suo “metodo” per “provocare” i ragazzi è quello di non entrare in classe “armato” soltanto del bagaglio della “dottrina” cattolica. “Cerco – spiega – di incontrare i ragazzi, incuriosendoli e appassionandoli al bello, all’arte, per cui molta poesia, musica, letteratura, cinema come i film della Pixar o di animazione, favole o miti che toccano i grandi temi”: “ai ragazzi interessa tutto ciò che riguarda l’umano, non solo lo specifico del religioso” tanto più che il cristianesimo è basato sull’Incarnazione di Dio che si fa uomo e riscatta tutto l’umano.

La libertà e il limite
Fra le difficoltà che si incontrano nel fare l’insegnante di religione in una società secolarizzata come quella in cui ci troviamo, c’è quella del linguaggio religioso: le parole religiose hanno perso un po’ il significato. “Prima di tutto – sottolinea – bisogna riscoprire il significato delle parole. Poi, i grandi temi su cui ci si incontra e ci scontra sono quelli classici ma in particolare – ho notato in questi ultimi anni – il tema della libertà, che attraversa tutti gli altri temi”.

“ Confronto sulla concretezza quotidiana della vita sotto il profilo incandescente della libertà ”

Concretamente “in ogni lezione che vado a fare, partendo magari dall’Antico Testamento o da altri contesti, i ragazzi mi portano sempre alla fine a discutere con loro su quale sia il senso vero, profondo, della libertà, che spesso – figli del loro tempo – hanno ridotto a semplice possibilità di esprimersi senza alcun limite, quindi si tratta del rapporto con il limite e con il senso della vita”, spiega. “Alla fine l’ora di religione, diventa un confronto sulla concretezza quotidiana della vita sotto il profilo incandescente della libertà”. Se si è autentici, i ragazzi lo apprezzano e si può fare un cammino insieme, ritiene Monda.

Arte, letteratura, cinema
Quadri, libri, film: tanti gli spunti usati da Monda per coinvolgere i ragazzi. Ad esempio il Re Leone o The Truman show. “Un professore di religione, secondo me – dice Monda – deve andare spesso al cinema e leggere libri”. Ma a chi è diretto questo libro? “A parte gli studenti e i giovani – risponde – i professori possono trovare in questo libro uno strumento utile nella faticosa avventura di entrare a scuola come insegnanti”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *