Card. Parolin ricorda lo stretto legame tra Polonia e Santa Sede

Card. Parolin ricorda lo stretto legame tra Polonia e Santa Sede

Il Segretario di stato vaticano il card. Pietro Parolin, a Varsavia per il 100.mo anniversario della nunziatura apostolica in Polonia e della nascita della Conferenza episcopale polacca, ieri pomeriggio nella basilica della Divina Provvidenza, ha presieduto la Messa per il sesto anniversario dell’elezione di Papa Francesco

l cardinale Pietro Parolin, elogiando il tradizionale legame della Chiesa polacca alla Santa Sede, cruciale per la sua sopravvivenza durante i regimi totalitari, ha esortato i vescovi a “sostenere questa eredità, preservandola e rafforzandola, in modo che l’identità cristiana della Polonia abbia non solo un passato e un presente, ma anche un futuro”.

La prima Assemblea presieduta dal futuro Pio XI
Nel suo discorso alla 382.ma plenaria dei vescovi polacchi, il cardinale ha ricordato che la prima Assemblea dei vescovi polacchi del 1919 era stata presieduta dall’arcivescovo Achille Ratti, il futuro Papa Pio XI, all’epoca rappresentante del Vaticano, il quale aveva ribadito la comunione della Polonia con la sede petrina e la fedeltà al vescovo di Roma”, come principio chiave cattolico, dell’ “unità nella diversità”. “L’unità con il Papa – ha sottolineato – garantisce anche la libertà di fronte alle potenze del mondo e a gruppi di interesse particolari. Assicura l’apertura alla Chiesa universale, ma anche la piena cattolicità, evitando il pericolo di chiudersi in se stessi o di essere sfruttati da qualche fazione politica o nazionalista”, ha detto il card. Parolin.

L’Europa ha bisogno di una testimonianza cristiana
Nel suo discorso, il Segretario di stato vaticano ha poi osservato che l’Europa rischia di “dimenticare le sue radici cristiane” e di perdere quella unità continentale raggiunta a caro prezzo” di fronte alle “crescenti influenze del pensiero individualista, nazionalista e separatista”. “I polacchi devono imparare ad impegnarsi in un dialogo di verità e a rispettare la dignità dell’altro, differenziandosi l’uno dall’altro senza diventare nemici”, ha detto il card. Parolin, citando un discorso di San Giovanni Paolo II ai vescovi polacchi del 1993. “L’Europa ha bisogno di una testimonianza cristiana, un autentico esempio di fede viva, ma anche di unità nazionale e di accoglienza, di apertura e di pieno rispetto per gli altri”.

La Messa per il 6° anniversario del Pontificato di Papa Francesco
Il porporato nel pomeriggio ha concelebrato una Messa per il sesto anniversario dell’elezione di Papa Francesco, nella Basilica della Divina Provvidenza di Varsavia, con il nunzio apostolico in Polonia l’arcivescovo Salvatore Pennacchio e il cardinale Kazimierz Nycz, alla presenza di alti funzionari statali e governativi.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *