Comastri: chi è generoso dona anche se ha poco

Comastri: chi è generoso dona anche se ha poco
Nella Messa trasmessa in diretta streaming dall’altare della cattedra di San Pietro, l’arciprete della Basilica vaticana ricorda la figura di Benedetta Bianchi Porro e ribadisce che, come il cieco del Vangelo, si può vedere Dio solo se si è umili

“Un orgoglioso vede ovunque occasione di polemica, un’umile nelle stesse situazioni vede occasioni di pazienza ed esercizio della bontà”. Il cardinale Comastri celebra la Messa in San Pietro – nella consueta assenza di assemblea dovuta alle restrizioni per il Covid-19 – riflettendo sul Vangelo della domenica, il contrasto tra Gesù e i farisei che non accettano la guarigione del cieco nato e oppongono questioni di regole. “L’orientamento del cuore un’egoista sarà sempre con le mani strette pur avendo tanta ricchezza”, mentre “un generoso anche se possiede poco avrà sempre qualcosa da dare e sarà sempre felice”, commenta il vicario di Francesco per la Città del Vaticano, sottolineando che “l’orientamento del cuore ci condiziona anche nei confronti di Dio”.

“Ho deciso di abitare negli altri”
Il cardinale Comastri aveva iniziato l’omelia ricordando Benedetta Bianchi Porro, proclamata Beata lo scorso settembre, che nonostante una serie di gravi menomazioni fisiche conquista una grande pace interiore dedicandosi alle persone per amore di Dio. “Nella tristezza della mia sordità e nel buio della mia solitudine – ricorda il porporato le parole della Beata – cerco di essere serena e di far fiorire il mio dolore in opere di carità Mi preoccupo degli altri e trovo la pace”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *