È un falso rispetto delle altre fedi e culture snaturare il Natale cristiano

E' un falso rispetto delle altre fedi e culture snaturare il Natale cristiano

Sempre più, nelle società occidentali, si tende a negare il significato cristiano del Natale. Ma togliere Gesù, e quindi snaturare questa festa, non significa rispettare chi non crede o ha un’altra fede.

Oggi, specialmente in Europa, si assiste a una specie di “snaturamento” del Natale. Ad affermarlo è stato Papa Francesco, nella catechesi dell’ultima Udienza generale del 2017. Uno snaturamento – ha spiegato il Papa – che avviene in nome di un falso rispetto che non è cristiano.

Chi arriva da noi ha il diritto di sapere chi siamo
Parlando delle cause di questo fenomeno e, più in generale, della tendenza dell’Occidente a rinnegare la cultura cristiana e i suoi simboli, Jean-Marie Salamito, docente di storia del cristianesimo antico alla Sorbona di Parigi, sottolinea che il vero rispetto di chi non crede o ha una cultura diversa, non è la negazione della propria identità, ma l’offerta di una ‘parola’ da parte nostra. Noi abbiamo, dice, il dovere fraterno di dire chi siamo e l’altro che viene a stare con noi, ha il diritto di sapere chi siamo. Dunque “il silenzio è solo un pretesto per emarginare la fede”.

“ Abbiamo un dovere fraterno di verità e non di silenzio ”

E’ necessario rafforzare la nostra identità di cristiani
Di fronte ai tanti che arrivano da lontano il nostro atteggiamento, sostiene Salamito, deve essere la testimonianza cristiana che è di fraternità e non di superiorità o di chiusura. Con questo spirito, ciò che dobbiamo fare “è porre Gesù al centro di fronte a tutti” senza timore. Lo stesso principio della libertà, ricorda inoltre Salamito, con il quale vengono criticate le tradizioni cristiane, “non dimentichiamo che è frutto proprio del cristianesimo”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Radio Vaticano

2 thoughts on “È un falso rispetto delle altre fedi e culture snaturare il Natale cristiano

  1. Commentai molto tempo addietro richiamando su questo “”falso rispetto””, facendo presente nel periodo delle nostre volontarie che portando aiuto si velavano come le donne arabe, portando aiuto.
    Noi Italiani toglievamo i nostri Crocifissi nelle scuole e posti pubblici, in Italia per “rispetto” a quelli che assistevamo e ospitavamo.–Oggi ancora accade questo. Ivana Barbonetti.

  2. nel 1996 ricevetti da Pechino, un invito ufficiale da parte dell’Agenzia di Stampa Nuova Cina (XINHUA) di visitare la loro sede centrale a Pechino, all’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma,
    incontrai un funzionario del Ministero degli Esteri , era un incontro casuale, ma nel salutarmi, mi disse “SI TOLGA LA CROCE” stà andando in Cina
    risposi che la portavo da molti anni, era un regalo di mio marito e non l’avrei tolta mai
    scoprii grazie alla stampa cinese le religioni in Cina, la Madonna Cinese si può trovare oggi al Museo del Santuario del Divino Amore, nei pressi di Roma, assieme a tutte le altre Madonne provenienti da 5 continenti .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *