Egitto: il cammino della Sacra Famiglia sia patrimonio mondiale dell’Unesco

Egitto: il cammino della Sacra Famiglia sia patrimonio mondiale dell’Unesco
La fuga in Egitto della Sacra Famiglia per scampare all’oppressione del re Erode è un cammino che si snoda tra almeno 25 luoghi. Le autorità egiziane chiedono che sia dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco

L’itinerario che unisce i luoghi attraversati da Maria, Giuseppe e Gesù Bambino quando trovarono rifugio in Egitto per fuggire dalla violenza di Erode sia inserito nella lista dei siti “patrimonio mondiale” dell’Unesco. A formulare questa richiesta è il Ministero egiziano per le antichità che ha curato la pubblicazione in lingua inglese e araba di un fascicolo sul “Cammino della Sacra Famiglia”, fuggita in Egitto per scampare dall’oppressione del re Erode:

“ Essi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo». Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: Dall’Egitto ho chiamato mio figlio. (Dal Vangelo secondo Matteo) ”

Dio è là dove l’uomo è in pericolo
Soffermandosi sul cammino della Sacra Famiglia in Egitto, Papa Francesco all’Angelus del 29 dicembre del 2013, ha ricordato le difficoltà legate all’esilio: “Mentre fissiamo lo sguardo sulla santa Famiglia di Nazareth nel momento in cui è costretta a farsi profuga, pensiamo al dramma di quei migranti e rifugiati che sono vittime del rifiuto e dello sfruttamento, che sono vittime della tratta delle persone e del lavoro schiavo”. “La fuga in Egitto a causa delle minacce di Erode – ha aggiunto il Santo Padre – ci mostra che Dio è là dove l’uomo è in pericolo, là dove l’uomo soffre, là dove scappa, dove sperimenta il rifiuto e l’abbandono; ma Dio è anche là dove l’uomo sogna, spera di tornare in patria nella libertà, progetta e sceglie per la vita e la dignità sua e dei suoi familiari”.

I luoghi del cammino della Sacra Famiglia in Egitto
Secondo tradizioni millenarie, sono almeno 25 i luoghi toccati, nell’arco di tre anni, dalla Sacra Famiglia durante la fuga in Egitto. Il punto di partenza è Betlemme. Attraversata la parte settentrionale del deserto del Sinai, Maria, Giuseppe e Gesù entrano in Egitto e raggiungono la città di Tal Basta. La Sacra Famiglia attraversa poi il Nilo e si dirige verso Wadi El Natrun e la zona di El Matariya (sobborgo del Cairo). La zona di El Maadi, nei dintorni di Menfi (capitale dell’Antico Egitto), è un’altra tappa del cammino. Sulla via del ritorno Maria, Giuseppe e Gesù superano il Monte di Assiut e poi tornano in Palestina dopo aver percorso oltre duemila chilometri.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *