Francesco: l’annuncio-sorpresa del Risorto ci interpella tutti

Francesco: l'annuncio-sorpresa del Risorto ci interpella tutti
E’ un tripudio di fiori a fare da cornice oggi all’annuncio fondamentale della fede cristiana: Gesù è risorto! Il Papa celebra la Messa del giorno di Pasqua in una Piazza San Pietro particolarmente festosa e sottolinea: il nostro Dio è il Dio delle sorprese

Cristo è Risorto! Questo il grande annuncio del giorno di Pasqua. Francesco celebra la S. Messa in Piazza San Pietro a tratti illuminata dal sole. La gioia della Resurrezione è visibile: tutto è solenne in questo giorno e i fiori, 50 mila fiori che addobbano l’altare e tutto il sagrato, lo esprimono con la loro bellezza e i loro colori.

La scoperta del sepolcro vuoto
Il Vangelo del giorno racconta la scoperta di Maria di Màgdala, di Pietro e di Giovanni del sepolcro, dove era stato deposto il corpo di Gesù, vuoto.
Nell’omelia Francesco sottolinea due parole: l’annuncio e la fretta, e poi pone una domanda.

L’annuncio-sorpresa
L’annuncio: il Signore è risorto. Tra i primi cristiani andava “di bocca in bocca”. Un annuncio che sorprende:

La sorpresa … Gli annunci di Dio sono sempre sorprese, perché il nostro Dio è il Dio delle soprese. E così, dall’inizio della storia della salvezza, dal nostro padre Abramo, Ti sorprende: “Ma, vai, vai, lascia, vattene dalla tua terra e va”. E Sempre, c’è una sorpresa dietro l’altra. Dio non sa fare un annuncio senza sorprenderci.

Andare di fretta
La seconda parola: la fretta. Le donne appena trovato il sepolcro vuoto corrono, vanno di fretta a dirlo a tutti. E tutti corrono per andare a vedere: “Le soprese di Dio ci mettono in cammino, subito, senza aspettare” – dice Francesco – E porta degli esempi: Pietro e Giovanni, ma prima ancora i pastori la notte di Natale, la Samaritana dopo l’incontro con Gesù, Andrea che dice a Pietro: ‘Abbiamo trovato il Messia’: tutti corrono a raccontare quello che è loro successo e gli altri si affrettano per andare a vedere di persona.

Anche oggi succede. Nei nostri quartieri, nei villaggi quando succede qualcosa di straordinario, la gente corre a vedere (…) Le sorprese, le buone notizie, si danno sempre così: di fretta. Nel Vangelo c’è uno che si prende un po’ di tempo; non vuole rischiare. Ma il Signore è buono, lo aspetta con amore.

Tommaso: ‘Io crederò quando vedrò le piaghe’, aveva affermato. Come ha fatto con lui – prosegue il Papa – il Signore anche oggi ha pazienza per coloro che non vanno così di fretta.

La domanda del Papa: e io che?
E infine la domanda per ciascuno di noi: “E io che? Francesco la formula così:

Ho il cuore aperto alle sorprese di Dio, sono capace di andare di fretta o sempre con quella cantilena: “Ma, domani vedrò, domani, domani …”? Cosa dice a me la sorpresa?

E conclude: di fronte al fatto sorpersa dell’annuncio e all’andare di corsa, la domanda ” E io, oggi, in questa Pasqua 2018, io, che? Tu, che?”.+

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

One thought on “Francesco: l’annuncio-sorpresa del Risorto ci interpella tutti

  1. Santo Padre, a 70 anni la “fretta” e’ un poco piu’ “lenta”, come ho visto in TV. il Tuo passo “ponderato”, ho pregato che il Signore Ti desse tanta forza, anche Tu hai 81 anni, prego con piu’ forza per Te. Il passo e’ ” ponderato”, certe volte faticoso, pero’ camminiamo, meno in fretta, ma camminiamo, e Tu Sei un camminatore instancabile, io Ti Seguo.————-Ivana Barbonetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *