Germania. Assistere le famiglie, missione essenziale della Chiesa ai rifugiati

germania-assistere-le-famiglie-missione-essenziale-della-chiesa-ai-rifugiati

Prosegue l’impegno della chiesa tedesca a favore dei rifugiati anche in tempo di pandemia. Circa 150 professionisti, esperti e volontari si sono confrontati durante l’incontro on line inizialmente previsto a Erfurt. Dal sostegno fino all’integrazione, i temi affrontati

Come riporta il sito dell’Episcopato tedesco, su invito di monsignor Stefan Hesse, arcivescovo di Amburgo e presidente della Commissione per le Migrazioni della Conferenza Episcopale Tedesca e Commissario Speciale per le Questioni dei Rifugiati, circa 150 professionisti, esperti e volontari hanno partecipato alla conferenza on line per uno scambio di opinioni su vari aspetti: dal sostegno fino all’integrazione delle famiglie di rifugiati presenti in Germania.

Alla ricerca di una vita dignitosa
“La situazione dei rifugiati ha dato ripetutamente motivo di grande preoccupazione negli ultimi mesi. C’erano, ad esempio, le immagini delle terribili condizioni di Lesbo, il timore della diffusione del Coronavirus nei campi sovraffollati, il timore che la protezione dei rifugiati fosse effettivamente limitata in tempi di pandemia, le notizie di ulteriori morti nel Mediterraneo”, ha detto l’arcivescovo, inquadrando il particolare contesto di questa edizione 2020 del summit, “solo di recente, l’agenzia per i rifugiati dell’Acnur ha registrato un triste picco: quasi 80 milioni di persone erano in fuga nel 2019, oltre la metà dei quali sfollati interni. Non dobbiamo mai dimenticare – ha proseguito Hesse – le persone che stanno dietro a queste cifre, bambini, giovani, donne, uomini, famiglie. Persone che cercano una vita sicura e dignitosa”.

La Chiesa tedesca e il Messaggio del Papa
A nome della Conferenza episcopale tedesca, poi, il presule ha ringraziato tutti coloro che nella Chiesa sono attivi nell’aiuto ai rifugiati: “In condizioni difficili, nelle ultime settimane, hanno difeso con coraggio e creatività le preoccupazioni delle persone in cerca di protezione. Anche in tempi di pandemia continuiamo il nostro impegno a favore dei rifugiati! Nel suo recente messaggio per la Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati, Papa Francesco ci ha ricordato ancora una volta che la Sacra Famiglia è una famiglia di rifugiati. L’impegno per le preoccupazioni delle famiglie che cercano protezione è quindi una questione che sta molto a cuore dei cristiani: la famiglia è la forma fondamentale della comunità, il luogo dove impariamo l’umanità. È un fattore essenziale per lo sviluppo e la stabilità di una persona e per la vita sociale insieme. Per proteggere la dignità dell’individuo, lo Stato e la società devono allo stesso tempo promuovere il benessere della famiglia. Ciò è particolarmente vero perché sono particolarmente vulnerabili, soprattutto per le famiglie con esperienze di migrazione”.

Assistenza alle famiglie, missione essenziale della Chiesa
L’accoglienza di famiglie di rifugiati, per esempio dalle isole greche, e la facilitazione del ricongiungimento familiare erano parte delle preoccupazioni dell’assistenza della Chiesa, così come il sostegno ai minori non accompagnati e la promozione dell’integrazione da parte delle varie funzioni religiose: “Le madri e i padri, così come i bambini e i giovani, quando arrivano in Germania si trovano spesso a confrontarsi con nuove concezioni di ruolo, aspettative e modi – ha aggiunto monsignor Hesse – non solo devono trovare la loro strada nel nuovo contesto, ma devono anche affrontare il vecchio, ad esempio, per quanto riguarda le conseguenze traumatiche della guerra e della fuga. Non c’è da stupirsi che questo porti anche a conflitti. È quindi tanto più importante che le famiglie che sono fuggite siano sostenute da persone che diano loro un senso di stima e sicurezza. Questa è una missione essenziale dell’assistenza della Chiesa ai rifugiati”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *