Guardia Svizzera: giuramento il 4 ottobre, ma a porte chiuse

guardia-svizzera-giuramento-il-4-ottobre-ma-a-porte-chiuse

La Guardia Svizzera Pontificia conferma la data di ottobre, fissata al posto del tradizionale appuntamento del 6 maggio, per il giuramento delle 36 reclute, ma precisa che avverrà senza pubblico ospite. Niente genitori e familiari, ma nemmeno delegazioni dei cantoni, per rispetto delle “attuali norme di protezione” anti Covid-19. La Messa del mattino sarà in San Pietro e non nella chiesetta dei Santi Martino e Sebastiano. Garantita la diretta tv e web

La Guardia Svizzera Pontificia, il corpo di 135 giovani alabardieri e ufficiali al servizio della sicurezza del Papa e della sua residenza, conferma che il giuramento delle 38 nuove guardie che si sarebbe dovuto tenere il 6 maggio, come da tradizione, si terrà il 4 ottobre, ma sarà a porte chiuse e senza pubblico, in conformità con le attuali norme di protezione per evitare il contagio del virus Covid-19.

Nessuna presenza di genitori, familiari o ospiti
Il momento più importante per i giovani alabardieri, che da secoli giurano fedeltà al Papa nel giorno che ricorda il sacrificio di 147 guardie durante il sacco di Roma del 1527, per difendere Papa Clemente VII dall’assalto dei Lanzichenecchi, sarà quindi celebrato senza ospiti. Non potranno assistere alla cerimonia, e sentire dal vivo le giovani guardie pronunciare la formula “Giuro di servire fedelmente, lealmente e onorevolmente il Pontefice”, genitori e familiari, invitati e delegazioni come pure il cantone ospite Basilea Campagna. Sarà però assicurata la trasmissione in diretta televisiva e streaming “di questo evento unico”, garantisce il comunicato del Comando della Guardia Svizzera Pontificia.

Il 6 maggio, senza pubblico il ricordo dei caduti del 1527
Già il 6 maggio, la deposizione della corona nel piazzale della Caserma della Guardia Svizzera e la Messa nella chiesa di Santa Maria nel Campo Santo Teutonico in ricordo dei caduti del 1527, è avvenuta senza familiari e invitati, ed è stata trasmessa in livestream sul sito ufficiale del Corpo www.guardiasvizzera.ch .

La cerimonia alle 17, sempre nel Cortile di San Damaso
Il programma di domenica 4 ottobre prevede alle 7.30 la Santa Messa con le guardie che presteranno giuramento, nella Basilica di San Pietro, e non, come accade di solito, nella Chiesa dei Santi Martino e Sebastiano degli Svizzeri, troppo piccola per garantire il distanziamento necessario tra tutti i partecipanti. Alle 17, nel Cortile San Damaso, la cerimonia di giuramento, che, in caso di maltempo, verrà spostata nell’Aula Paolo VI.

Come arruolarsi nella Guardia Svizzera Pontificia
La cittadinanza svizzera è il primo requisito per arruolarsi nel Corpo, che dal 1506 protegge il Papa e le sue residenze. I candidati devono essere maschi e celibi, tra i 19 e i 30 anni, alti almeno 1 metro e 74 centimetri e con una reputazione irreprensibile. Per potersi sposare una guardia deve avere almeno 25 anni, aver prestato servizio per almeno cinque anni ed impegnarsi a servire per almeno altri tre anni. Prima di accedere alla scuola reclute della Guardia bisogna fare una serie di esami medici in Svizzera. Durante la formazione le guardie vengono poi sottoposte a ulteriori controlli sanitari e a un test psicofisico per valutarne la capacità di sopportare lo stress.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *