Il Papa a Camerino per dare speranza a tutta la comunità

Il Papa a Camerino per dare speranza a tutta la comunità

Domani la visita di Papa Francesco alla città pesantemente colpita dal terremoto, l’incontro con i fedeli, i terremotati e le autorità

Camerino abbraccia Papa Francesco. Il Pontefice visita questa città, questa comunità pesantemente colpite dal terremoto del 2016. Un sisma che ha minato non solo il centro storico, con i suoi splendidi palazzi e le sue chiese di pregio, ma in qualche modo anche l’animo degli abitanti che attendono ancora la ricostruzione.

Dopo l’atterraggio e l’accoglienza delle autorità, il primo appuntamento per il Pontefice è con gli abitanti delle Sae, le casette dove sono stati sistemati i terremotati. Si tratta di 450 persone che sono andate ad abitare in un quartiere ex novo realizzato alle pendici dell’abitato storico. Le casette sono in legno, ecocompatibili, confortevoli, ci hanno detto gli abitanti, eppure tanti di loro rimpiangono le abitazioni dove sono nati e cresciuti ma che sono state danneggiate dal sisma.

Poi la visita nella cattedrale, in piena zona rossa. Un splendida Basilica che però è chiusa al culto considerato che le strutture portanti sono state intaccate in modo importante e che i due campanili sono stati cinghiati con tiranti di acciaio. Ed ancora, l’incontro con i sindaci di 32 comuni della diocesi che può contare su 60 mila abitanti circa e 95 parrocchie.

In piazza Cavour, davanti la cattedrale, la Messa a cui potranno assistere qualche migliaio di persone e il successivo Angelus. I fedeli attendono una parola di speranza dal Pontefice affinché nessuno in questa terra si senta più solo. Più tardi il Pontefice percorrerà le vie deserte del centro cittadino e sosterà di fronte alla chiesa di Santa Maria in Via.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *