Il Papa agli argentini: l’amore per la mia Patria continua ad essere grande e intenso

Il Papa agli argentini: l’amore per la mia Patria continua ad essere grande e intenso
Papa Francesco, in una lettera di ringraziamento agli argentini – pubblicata dalla Conferenza episcopale dell’Argentina e rilanciata dai maggiori quotidiani del Paese – esprime gratitudine e affetto. E chiede perdono per coloro che potrebbero sentirsi offesi dai suoi gesti.

L’amore per il mio Paese continua ad essere “grande e intenso”. Prego ogni giorno per questo, per “il mio popolo che amo tanto”. E per coloro che potrebbero “sentirsi offesi da alcuni dei miei gesti, chiedo perdono”. E’ quanto scrive Papa Francesco in una lettera di ringraziamento agli argentini, pubblicata dalla Conferenza episcopale dell’Argentina e rilanciata dai maggiori quotidiani del Paese. Agli argentini, che in una missiva gli hanno espresso vicinanza in occasione del quinto anniversario di Pontificato, il Santo Padre manifesta affetto, gratitudine e commozione.

L’unità supera il conflitto
Mi commuove scoprire – scrive in particolare il Papa – che in questa lettera “oltre al saluto rispettoso da parte delle autorità”, si sono uniti i saluti di persone con diverse provenienze, religiose, politiche e ideologiche. “L’unità – aggiunge Francesco – è superiore al conflitto”.

Voi siete il mio popolo
Il Papa assicura, poi, che la sua intenzione è di poter fare il bene. Dio, che mi ha affidato un compito così importante – sottolinea – mi aiuta, ma non mi ha liberato dalla fragilità umana. E per questo come tutti – scrive il Papa – posso sbagliare. “Voi siete il mio popolo, il popolo – si legge nella lettera – che mi ha formato, mi ha preparato, e mi ha offerto al servizio delle persone”. “Anche se ora non abbiamo la gioia di stare insieme nella nostra Argentina – osserva Francesco – ricordate che il Signore ha chiamato uno di voi per portare un messaggio di fede, di misericordia e di fraternità in molti angoli della terra”.

Siate canali di bene e di bellezza
Prego per tutti voi – conclude il Papa – perché possiate essere “canali di bene e di bellezza”, perché possiate portare “il vostro contributo nella difesa della vita e della giustizia”, perché possiate “seminare pace e fraternità”, perché possiate “migliorare il mondo con il vostro lavoro”, perché vi possiate “prendere cura dei più deboli” e possiate “condividere pienamente tutto quello che Dio vi ha donato”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

One thought on “Il Papa agli argentini: l’amore per la mia Patria continua ad essere grande e intenso

  1. Anch’io voglio ringraziare il glorioso popolo Argentino per averci “lasciato” Papa Francesco,
    ma gli ricordo la “bellezza” da loro vissuta quando Lui camminava in “mezzo” a loro, a Roma non e’ piu’ possibile, per giustificati e da me condivisi sistemi di sicurezza atti a proteggere il Pontefice.
    Conosco la differenza di quanto scrivo perché mi “scontrai” con Papa Francesco, io entrando e Lui uscendo dalla cappella della Salus Populi Romani, S. Maria Maggiore, vedere il Pontefice cosi vicino come un qualsiasi pellegrino fu’ bellissimo, non Lo toccai per rispetto e discrezione con la mano, ma con il cuore, si,—-sono passati 4 anni ma e’ come fosse accaduto ieri——-Ivana Barbonetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *