Padre Cabanac: Parolin a Lourdes è un segnale di sostegno e speranza

Padre Cabanac: Parolin a Lourdes è un segnale di sostegno e speranza

Il direttore del Pellegrinaggio nazionale francese a Lourdes parla dell’importanza di tornare a vivere i luoghi del santuario mariano ai piedi dei Pirenei. Per la Solennità dell’Assunzione la Messa con il segretario di Stato Vaticano, cardinale Pietro Parolin

Con la Celebrazione Eucaristica nella chiesa di Santa Bernadette, presieduta da monsignor Antoine Herouard, oggi è entrato nel vivo il pellegrinaggio annuale nazionale francese al Santuario di Lourdes, giunto alla 147ma edizione.

Pellegrini da tutta la Francia
A causa delle misure imposte per contenere la pandemia, il pellegrinaggio, che si è aperto ieri e proseguirà fino al 17 agosto, è animato da un numero ridotto di partecipanti rispetto al consueto. Tuttavia, almeno 500 pellegrini si recheranno al santuario, in rappresentanza di oltre 22 comitati regionali sparsi in tutta la Francia, coordinati e guidati dalla Famiglia degli Agostiniani dell’Assunzione, dall’Hospitalité Notre Dame de Salut e dall’Associazione Nostra Signora della Salvezza.

Parolin a Lourdes per la solennità dell’Assunzione
Queste giornate saranno un segno di grande speranza e di ritorno alla fede vissuta in comunità per tutti i cattolici del mondo, come dimostra l’incoraggiamento che arriverà dal segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin, che presiederà la Messa a Lourdes proprio nella solennità dell’Assunzione di Maria al Cielo.

Padre Cabanac: pellegrinaggio segnale di speranza
“In questo tempo di pandemia per noi era essenziale mantenere il pellegrinaggio per dare un segno di speranza, soprattutto per gli infermi che non possono venire a Lourdes”. Così padre Vincent Cabanac, direttore del Pellegrinaggio Nazionale, parla a Vatican News mettendo in luce gli aspetti più profondi di questa edizione del 2020. “Sarà un pellegrinaggio che non verrà vissuto solo a Lourdes – prosegue – ma in tutti i luoghi di Francia dove vivono persone malate”.

Le restrizioni ancora attive
Padre Cabanac riferisce di alcuni segni di normalità che accompagnano la ripresa dei pellegrinaggi al Santuario: “Non si potrà entrare nella grotta e immergersi nelle piscine ma si potrà bere l’acqua, lavarsi il volto e partecipare alla Via Crucis. Ogni giorno migliora la possibilità di vivere tutte le tappe del vero pellegrinaggio qui”.

La Francia consacrata a Maria
Il direttore del Pellegrinaggio Nazionale spiega il significato della solennità dell’Assunzione per i pellegrini francesi: “A Lourdes, la Vergine ha detto io sono l’immacolata concezione, questo rappresenta l’inizio del piano di Dio su Maria. Quando invece si celebra l’Assunzione è la fine della sua vita terrena e quindi, per noi, Maria è un esempio da seguire dall’inizio alla fine della sua vita. E’ importante capire questo e anche sottolineare il fatto che da secoli la Francia è stata consacrata alla Madonna”.

Il sostegno di Parolin
Il religioso francese esprime infine la sua soddisfazione per la presenza del cardinale Parolin: “Il segretario di Stato vaticano aveva accettato il nostro invito a Lourdes e malgrado l’arrivo della pandemia, ha voluto tenere fede a questa promessa. Siamo onorati di accoglierlo e di avere il suo appoggio al pellegrinaggio”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *