Papa: Gesù è in chi soffre per il terrorismo, negli scartati

Gesù è in chi soffre per il terrorismo, negli scartati

La processione delle Palme per ricordare l’ingresso festoso di Gesù a Gerusalemme e il racconto evangelico della sua Passione sono stati i due momenti principali della celebrazione in Piazza San Pietro “che – ha detto il Papa – ha un doppio sapore, dolce e amaro”. Uno struggente contrasto del cuore che forse anche Gesù visse in quel giorno sapendo della sua fine. Un Gesù – ha ricordato Francesco – che “non è un illuso che sparge illusioni, un profeta “new age”, un venditore di fumo” ma “un Messia ben determinato, il servo di Dio; è il grande Paziente del dolore umano”. Gesù “non ha mai promesso onori e successi” ma la vittoria attraverso la Croce. Per seguirlo – ha aggiunto il Papa – non si può rifiut …

Fonte: Radio Vaticana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *