San Secondo di Asti Martire

 

San Secondo di Asti Martire

Di lui si hanno solo notizie leggendarie. Nobile pagano di Asti, sembra che andasse nelle prigioni a visitare i martiri cristiani, nei confronti dei quali nutriva grande ammirazione.

Grazie a S. Calogero si convertì al cristianesimo. A Milano incontrò S. Faustino e S. Giovita, anch’essi in carcere, dai quali ricevette il battesimo.

Amico di Sapricio, prefetto romano di Asti, lo accompagnò a Tortona dove Marciano, vescovo della città, era in attesa di processo.

Per aver sepolto il corpo di Marciano e per aver rifiutato di abiurare la propria fede, fu infine arrestato e martirizzato.

Patronato: Asti

Etimologia: Secondo = figlio secondogenito, dal latino

Emblema: Palma, Spada, Stendardo

Martirologio Romano: Ad Asti, san Secondo, martire.

Fonte: Santiebeati.it

Lascia un commento incontri al telefono

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *