Sinodo, l’arc. Shevchuk: la Chiesa è giovane

Sinodo, l’arc. Shevchuk: la Chiesa è giovane

Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore di Kyiv-Halyč, sottolinea quanto durante il Sinodo sia stata sottolineata l’importanza del dialogo intergenerazionale

Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, spiega che “i giovani hanno bisogno degli adulti, di persone mature – nella fede, nella vocazione – per maturare”. “D’altra parte – aggiunge – quelli che hanno oggi responsabilità nella Chiesa, hanno bisogno dei giovani perché loro sono il presente della Chiesa ma anche il futuro”. “Sono i destinatari di questa trasmissione della fede, il cuore della nostra missione pastorale”. “Perciò si sente che la Chiesa di Cristo veramente è giovane: giovane per la presenza delle nuove generazioni, ma anche e soprattutto per la presenza dello Spirito Santo, che ci fa giovani tutti”. (Ascolta l’intervista con sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk)

Trasmissione della fede
L’arcivescovo maggiore di Kyiv-Halyč ricorda che in Ucraina – Paese post-sovietico – “il focolare della trasmissione della fede è la famiglia”. “Ai tempi della persecuzione, proprio la famiglia è diventata la Chiesa domestica; lì – ricorda – io sono stato iniziato alla vita cristiana. In famiglia ho imparato a pregare”. “Al giorno d’oggi – conclude sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk – si vede una forte crisi della famiglia; perciò, la Chiesa deve dare una mano alla vita familiare: dare una mano affinché questa Chiesa domestica non soltanto possa avere un futuro ma sia capace di compiere la sua missione”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *