Solidarietà in Campania. Fabbrica di materassi converte la produzione in mascherine protettive

solidarieta-in-campania-fabbrica-di-materassi-converte-la-produzione-in-mascherine-protettive

In piena emergenza Covid-19, l’azienda lavora 8 ore al giorno compresa la domenica per confezionare dalle 300 alle 400 mascherine protettive. Le richieste arrivano a 20 mila pezzi

Un imprenditore campano di Ascea Marina (Salerno) chiude la sua fabbrica che da 70 anni produce materassi e converte la produzione in mascherine protettive di stoffa. Con lui, la famiglia e gli operai dell’azienda in cassa integrazione per la mancanza di materiale utile per continuare a produrre.

Un gesto di carità
La notizia arriva direttamente dalla pagina facebook aziendale, dove Raffaele Fariello, titolare dell’impresa, spiega l’iniziativa: “Lavoriamo tutti gratuitamente e regaleremo le mascherine, sia chiaro, vista la scarsità della reperibilità del prodotto sul mercato. Le regaleremo fino a quando avremo stoffa per produrne e fin quando ce la faremo, vista la nostra scarsa attitudine all’utilizzo delle macchine da cucire”.

Regalare speranza
“Abbiamo deciso di realizzare, a nostre spese, artigianalmente, delle mascherine per poi donarle a chi ha bisogno, gente comune, alle persone più deboli, ma anche a chi è in prima linea negli ospedali, i medici e il personale sanitario, oltre alle Forze dell’ordine e alla Protezione Civile”, commenta a Radio Vaticana Fariello. “Mi sono reso conto di quanto la decisione di produrre mascherine di protezione in un momento difficile come questo abbia regalato un po’ di speranza a molte persone, che andava oltre il regalo materiale. Con un lavoro totalmente gratuito. Chi ha deve dare agli altri soprattutto in un momento difficile”.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *