Vescovi d’America: una chiesa alleata con i migranti

Vescovi d’America: una chiesa alleata con i migranti
La situazione dei migranti, i popoli originari, l’esortazione post sinodale Querida Amazonia, la protezione dei minori, l’azione congiunta con la Caritas Internationalis, sono alcuni dei temi trattati dai vescovi del continente americano nell’incontro a Tampa in Florida, che ha avuto luogo dal 17 al 20 febbraio

I vescovi del continente americano si sono riuniti a Tampa in Florida dal 17 al 20 febbraio. All’incontro hanno partecipato i direttori delle Chiese del Canada, Stati Uniti, e il Consiglio Episcopale Latinoamericano, Celam, come rappresentante della Chiesa nel continente. Nel messaggio finale, il presidente del Celam, monsignor Miguel Cabrejos; il presidente della Conferenza episcopale dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, monignor José Horacio Gómez; e il vicepresidente della Conferenza episcopale del Canada monsignor Raymond Poisson.

Monsignor Cabrejos: è stata una riunione di comunione e fraternità
Per il presidente del Celam, questo incontro è stata una riunione sinodale in spirito di collegialità, comunione e fraternità. Sono stati trattati temi comuni in tutto il continente: l’Esortazione post sinodale, e la tematica dei popoli originari. Si è parlato anche di dare più attenzione alle periferie geografiche, per una chiesa in movimento ed alle migrazioni, chiedendo alla Chiesa di essere un’alleata dei migranti. Rodrigo Guerra, direttore del Centro di Investigazione Sociale, ha parlato invece sulla crisi socio politica, che vivono alcuni Paesi dell’America Latina e dei Caraibi

Monsignor Gómez: essere santi missionari
Monsignor José Horacio Gómez, presidente della Conferenza episcopale dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, ha spiegato, che adesso è il momento di pregare gli uni per gli altri. E sui migranti bisogna pregare per diventare “santi missionari”. Sui lavori dell’incontro, Monsignor Gómez, ha esposto il tema dell’evangelizzazione nell’unione americana con la sfida di accompagnare una pastorale integrativa con i migranti e su quali percorsi andare incontro ai cattolici, che in maniera sempre maggiore si allontanano dalla Chiesa.

Monsignor Poisson: Una Chiesa unita alle azioni della Caritas Internationalis
Monsignor Raymond Poisson, vice presidente della Conferenza episcopale canadese, ha sottolineato la necessità di lavorare per la riconciliazione rafforzando le alleanze da nord a sud, unite alle azioni di Caritas Internationalis. Altri temi affrontati, sono stati la Pastorale giovanile; la realtà dei vescovi emeriti e le possibilità di una maggiore vicinanza e sostegno per loro. Si è discusso anche della protezione dei minori e delle persone vulnerabili. Mauricio López, segretario della Repam, ha presentato in videoconferenza il tema del Sinodo e l’esortazione Querida Amazonia. Il prossimo incontro sarà organizzato dalla Conferenza episcopale del Canada. Dal 1967, questo incontro, ha cercato di mantenere rapporti di comunicazione e di dialogo fraterno tra i rappresentanti della Chiesa, per confrontarsi su temi di interesse comune che rafforzano la collegialità episcopale della Chiesa delle Americhe.

Non scordatevi di fare clic su “MI PIACE” nella nostra pagina Facebook e di seguirci su Facebook per ricevere tutte le notizie, immagini, video e informazioni sempre aggiornate su Papa Francesco.

Fonte: Vatican News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *